1. Home
  2. Case history
  3. Con il CONOU parliamo dei pericoli dell’olio usato

Con il CONOU parliamo dei pericoli dell’olio usato

La sfida

La legge affida al CONOU, Consorzio Nazionale per la gestione, raccolta e trattamento degli oli minerali usati (fino a maggio 2017 COOU Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati) 2 grandi obiettivi: raccogliere tutto l’olio lubrificante usato raccoglibile per evitarne una dispersione dalle gravissime conseguenze per la salute e l’ambiente; informare i cittadini su come gestire questo rifiuto. Da oltre 20 anni affianchiamo il Consorzio per accreditarlo presso pubblici molto diversi, diventando interlocutore tecnico delle istituzioni centrali e locali; partner con pari dignità scientifica dell’ambientalismo più responsabile; portatore di contenuti educativi verso i giovani; compagni di viaggio degli appassionati di motorismo.

 

Il nostro approccio

Utilizziamo tutti gli strumenti di comunicazione disponibili e ne inventiamo di nuovi, anticipando tematiche e tendenze. Combiniamo una strategia che passa dalle relazioni istituzionali alle iniziative congiunte con gli operatori; dalla comunicazione interna e di sistema alle relazioni strategiche con il sistema dell’informazione; lavoriamo sui concetti di trasparenza e accountability con lo strumento del Bilancio ambientale, ampliato fino a diventare un Green Economy Report; ideiamo azioni informative ed educative verso i detentori, gli appassionati del «fai-da-te», i giovani e il mondo della scuola.

 

I risultati

Il CONOU oggi è accreditato quale agenzia ambientale di prima grandezza. Lo è presso molti tavoli tecnici, tra cui anche il Ministero dell’Ambiente, e luoghi di confronto sulla politica ambientale, quali ad esempio il Consiglio nazionale della Green economy. E’ partner consolidato di campagne ambientali «storiche» e di respiro nazionale come Goletta verde di Legambiente. E’ promotore del Forum Rifiuti, luogo di confronto specialistico tra gli attori chiave del settore, pubblici e privati. Alcuni numeri: 30.000 i ragazzi coinvolti in 4 anni di Scuola Web Ambiente, la campagna del Consorzio per le scuole; in soli due anni 150.000 giovani e meno giovani hanno “giocato e imparato” con Green League, primo social di contenuto ambientale targato CONOU; tra le 1000 e le 2.000 evidenze l’anno su tutti i media nazionali e locali. Migliaia di persone partecipano ogni anno alle attività proposte negli stand del Consorzio nelle fiere di motorismo e durante Ecomondo e si informano attraverso programmi sportivi di riferimento della TV attraverso spazi dedicati: appassionati di Formula 1 e Moto imparano allo start dei GP come trattare l’olio lubrificante usato. Attraverso il cinema sensibilizziamo i più piccoli con brevi cartoon sull’olio lubrificante. E la sfida continua.