1. Home
  2. Case history
  3. Sacchetti di abiti usati pieni di solidarietà

Sacchetti di abiti usati pieni di solidarietà

La sfida

La raccolta degli abiti usati: un settore di nicchia nel più vasto ambito della raccolta differenziata dei rifiuti. Un giro di affari importante che viaggia però nell’ombra e che gioca volontariamente sull’ambiguità che da sempre accompagna la donazione degli abiti: crediamo di offrirli ai più bisognosi mentre vengono rivenduti in molti casi a scopo di lucro, a volte con pericolose infiltrazioni della criminalità organizzata. Humana si rivolge a noi con l’obiettivo di fare chiarezza, volendo raccontare cosa avviene in questa particolare filiera, sicuri di essere gli unici in Italia a garantire tutti i passaggi intermedi, dal momento della raccolta a quello in cui vengono impiegati i proventi dell’attività, che per Humana è strumentale alla realizzazione di progetti di cooperazione nei Paesi del Sud del mondo.

 

Il nostro approccio

Ci rendiamo subito conto che occorre una consulenza strategica e lavoriamo accanto al board per suggerire e finalizzare strategie. Serve un’attività di relazioni istituzionali, di lobby legislativa, di media relation; ma al tempo stesso occorre un fitto lavoro operativo di ufficio stampa, di supporto agli eventi che già Humana ha in programma. Organizziamo due importanti convegni, troviamo collaborazioni scientifiche e ideiamo insieme con loro progetti sperimentali per attivare modalità alternative di raccolta.

 

I risultati

Oggi, dopo oltre due anni di rapporto continuativo, Humana ha accresciuto la propria notorietà presso tutti i propri stakeholder istituzionali; dialoga con le principali associazioni di categoria e ambientaliste, e produce studi sul settore. La Onlus ottiene buona visibilità preso il grande pubblico grazie ad alcune importanti uscite stampa: un servizio approfondito realizzato da Geo&Geo, un reportage di inchiesta realizzato da RaiNews24 oltre ad articoli pubblicati da La Stampa e repubblica.it.